Ritratto di monaca

Bernardo Strozzi
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Dipinto
Nazione, Regione, Provincia
Italia, Liguria, GE
Città
Genova
Luogo di conservazione
Galleria Nazionale di Palazzo Spinola
Luogo di collocazione
Gallerie Nazionali di Palazzo Spinola
Collezione
GNPS
Inventario
22
Materia e tecnica
Olio su tela
Autore
Bernardo Strozzi (Genova 1581/82 - Venezia 1644)
Datazione
1630 circa
Dimensioni
cm 96 x 74

Descrizione breve

Il dipinto, che secondo la tradizione è da considerare come un ritratto di monaca - ma il cui soggetto è stato lungamente dibattuto dagli studiosi -, fu eseguito da Bernardo Strozzi intorno al 1630. Il quadro entrò a far parte della collezione di Palazzo Spinola nel 1824, quando alla morte di Paolo Francesco Spinola di San Luca (1746 - 1824) subentrò come nuovo proprietario il cugino Giacomo Spinola di Luccoli (1780-1858).

La tela venne portata alle sue forme originali in occasione della sua esposizione alla Mostra della Pittura del Seicento e del Settecento in Liguria nel secolo scorso. Tale operazione permise la rimozione di un’antica aggiunta che aveva modificato il formato del quadro, da rettangolare a mistilineo, e in cui in basso a sinistra era stato riprodotto un crocifisso.

Dal punto di vista stilistico è importante sottolineare come l’opera rientri nell’ambito di una produzione fortemente influenzata dalla ritrattistica fiamminga. In particolare, è evidente in questo caso il legame con Pieter Paul Rubens, un artista che lo Strozzi ebbe modo di apprezzare e del quale appare particolarmente debitore.

Testo di Marco Fossati

Bibliografia

M.L. Repetto, in Bernardo Strozzi. Allegoria della pittura, a cura di G. Zanelli, Genova 2018, pp. 56-63, cat. 4, con bibliografia precedente.

Strozzi Ritratto di monaca con integrazione - foto storica