Ritratto di Agostino Pallavicino con il figlio Ansaldo in occasione dell’ambasciata a Luigi XIII di Francia

Domenico Fiasella, detto il Sarzana
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Dipinto
Nazione, Regione, Provincia
Italia, Liguria, GE
Città
Genova
Luogo di conservazione
Galleria Nazionale di Palazzo Spinola
Luogo di collocazione
Gallerie Nazionali di Palazzo Spinola
Collezione
GNPS
Inventario
88
Voci d'indice
Iscrizioni: "Alla S[acr]a M[aest]a del Re Christianissimo" sulla busta
Materia e tecnica
Olio su tela
Autore
Domenico Fiasella (Sarzana [La Spezia], 1589 - Genova, 1669)
Datazione
1629
Dimensioni
cm 200 x 125

Descrizione breve

La tela è uno dei quattro ritratti di Agostino Pallavicino menzionati nell’inventario dei beni appartenuti al figlio Ansaldo steso dopo la sua morte, avvenuta il 27 gennaio del 1660. Il quadro fu commissionato al pittore Domenico Fiasella, con il quale Agostino ebbe un lungo e costante rapporto, testimoniato da un altro ritratto eseguito dall’artista ligure per celebrare l’elezione al dogato avvenuta nel 1637, culmine della carriera del nobile, del quale si conserva a Palazzo Spinola una copia settecentesca.

Nella primavera del 1629 Agostino Pallavicino fu inviato come ambasciatore della Repubblica a Susa per rendere omaggio al re francese Luigi XIII, reduce dalla vittoria sul duca di Savoia e sugli spagnoli. L’incarico, di notevole prestigio, fu l’occasione per farsi immortalare con il figlio Ansaldo al suo fianco, in quel momento dell’età di sette anni. Il nobile è raffigurato in abiti da viaggio sontuosi, mentre mostra, quasi ostentandola, la missiva da consegnare “Alla Sacra maestà del Re Christianissimo”.

Testo di Marco Fossati

Bibliografia

F. Simonetti, in L'Età di Rubens. Dimore, committenti, collezionisti genovesi, catalogo della mostra (Genova, Palazzo Ducale, 2004) a cura di P. Boccardo con la collaborazione di C. Di Fabio, A. Orlando, F. Simonetti, Milano 2004, pp. 528-529, cat. 139 con bibliografia precedente.

F. Simonetti, Carriera pubblica, vita privata e committenze artistiche del doge Agostino Pallavicino, in Cristoforo Colombo nella Genova del Seicento. Gli argenti del doge Agostino Pallavicino e la cultura del suo tempo, catalogo della mostra (Genova, Galleria Nazionale di Palazzo Spinola, 2005) a cura di F. Simonetti, G. Zanelli, Genova 2005, pp. 22-31.