San Gerolamo penitente

San Gerolamo penitente
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Dipinto
Nazione, Regione, Provincia
Italia, Liguria, GE
Città
Genova
Luogo di conservazione
Galleria Nazionale della Liguria
Luogo di collocazione
Gallerie Nazionali di Palazzo Spinola
Collezione
GNL
Inventario
3/1958
Materia e tecnica
Olio su tela
Autore
Francesco Glielmo (attivo a Napoli nella prima metà del XVII secolo)
Datazione
Quarto decennio del XVII secolo
Dimensioni
cm 128 x 93

Descrizione breve

L'opera mostra san Gerolamo che emerge dal buio di fondo, con il corpo rugoso e smagrito, nell'atto di colpirsi con un sasso, per penitenza. Di fronte a lui un libro aperto, appoggiato su di un teschio, tradizionale attributo del santo.

L'analisi dello stile, fin dal momento dell'acquisto (per 95.000 lire) da parte dello Stato dell'opera, ha portato a riferirla a un anonimo seguace del pittore caravaggesco spagnolo Jusepe de Ribera. Il confronto con altre opere riferibili alla cerchia di Ribera, diffuse grazie anche all'apprezzamento di cui godeva presso i collezionisti genovesi, collocherebbe il san Gerolamo della Galleria della Liguria attorno al 1635.

Di recente il dipinto è stato attribuito a Francesco Glielmo, pittore Napoletano e interprete del linguaggio del Ribera nel corso del quarto e quinto decennio del Seicento.

Bibliografia

Acquisti dei musei e gallerie dello Stato, in "Bollettino d'Arte", XXXIX, 1954, p. 373; M. Bartoletti, in Galleria Nazionale della Liguria, a cura di F. Simonetti, G. Zanelli, Genova 2002, pp. 54-55, cat. 16; G. Porzio, L'Ecce Homo du muséè Fabre de Montpellier. Une introduction à l'art de Francesco Glielmo, in "La Revue de Musèes de France", n. 4, ottobre 2011, pp. 62-68.