Ritratto del cardinale Gerolamo Spinola

Tommaso Sciacca
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Dipinto
Nazione, Regione, Provincia
Italia, Liguria, GE
Città
Genova
Luogo di conservazione
Galleria Nazionale di Palazzo Spinola
Luogo di collocazione
Gallerie Nazionali di Palazzo Spinola
Collezione
GNPS
Inventario
106
Materia e tecnica
Olio su tela
Autore
Tommaso Sciacca (Mazzara del Vallo 1734 - Lendinara 1790)
Datazione
1759 circa
Dimensioni
cm 200 x 154

Descrizione breve

L’opera, firmata dal pittore di origine siciliana Tommaso Sciacca, rappresenta il nobile genovese Gerolamo Spinola (1713-1784) con l’abito cardinalizio. Il ritratto fu verosimilmente commissionato dall’effigiato per celebrare la nomina da parte di papa Clemente XII a cardinale, avvenuta il 24 novembre del 1759.

La tela di Pellicceria, presenta il neoeletto, sorridente e benevolo, mentre mostra la missiva che ha in mano. Sul fronte della lettera si può leggere l’indirizzo “All’Em. A Roma Sig, Card. Spinola vescovo di Palestrina”. che permette l’identificazione del personaggio con Gerolamo, figlio minore di Maddalena Doria e del doge Nicolò Spinola, proprietari della dimora di Pellicceria nel corso della metà del Settecento.

Sia Gerolamo Spinola sia Tommaso Sciacca furono legati all’abbazia di San Gerolamo degli Olivetani di Quarto e entrambi si stanziarono a Roma dalla metà degli anni Cinquanta del Settecento, periodo di tempo durante il quale entrarono certamente in contatto.

Testi di Marco Fossati