Sacra Famiglia con san Giovannino e sant'Elisabetta ("Madonna della cesta")

Peter Paul Rubens (copia da)
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Dipinto
Nazione, Regione, Provincia
Italia, Liguria, GE
Città
Genova
Luogo di conservazione
Galleria Nazionale di Palazzo Spinola
Luogo di collocazione
Gallerie Nazionali di Palazzo Spinola
Collezione
GNPS
Inventario
59
Materia e tecnica
Olio su tela
Autore
Peter Paul Rubens (copia da; Siegen 1577 — Anversa 1640)
Dimensioni
cm 160 x 131

Descrizione breve

La tela, citata nell’inventario dei beni appartenuti al doge Costantino Balbi (1676-1740) steso nel 1724, faceva parte della quadreria del nobile genovese raccolta nel palazzo di Strada Balbi. Ereditata dalla figlia di Costantino Balbi junior, Violantina (1785-1846), entrò a far parte della collezione di Pellicceria grazie al matrimonio della nobile con Giacomo Spinola (1780-1858), che dal 1824 divenne proprietario della dimora.

L’opera è presentata dallo storiografo Carlo Giuseppe Ratti nel 1780 come “un bel quadro della Madonna vagheggiante il suo Divin Pargoletto in culla col piccolo S. Giovannino, S. Anna, e S. Giuseppe: opera piena di grazie del Rubens”. Si tratta in realtà di una replica da un celebre modello del maestro custodito presso la Galleria Palatina di Firenze. Nonostante la critica sette-ottocentesca la riferisse a Pieter Paul Rubens, probabilmente in molti erano consapevoli già allora che non si trattasse di un lavoro ascrivibile al catalogo del pittore fiammingo, sebbene costituisca un’opera di indubbia qualità.

Il dipinto mostra una particolare attenzione nella ricerca di un intimo e tenero gioco di sguardi tra i personaggi che, raffigurati su piani diversi, sono armoniosamente dispiegati all’interno della composizione e collegati tra loro da una gestualità ponderata ed elegante.

Testo di Marco Fossati